Stellar lumens: crypto simile a Ripple

217

Cos’è Stellar Lumens?

Ormai, da diverso tempo le persone amano investire sui progetti di valute digitali e Stellar Lumens è una criptovaluta davvero molto valida in questo senso. Questa è una moneta digitale che gli investitori utilizzano come sistema di scambio per riuscire a diversificare il proprio portafoglio e trarre il massimo profitto. Il token nativo di questa criptovaluta è XLM, strumento di pagamento che le persone utilizzano per la maggior parte delle operazioni che devono eseguire. Solitamente chi acquista questa criptovaluta lo fa per sfruttare la sua blockchain che si mette in collegamento insieme a delle banche e sistemi di transazione davvero molto validi.

Quali sono i suoi punti di forza?

  • Stellar è un protocollo decentralizzato su codice open source per trasferire valuta digitale in denaro fiat a livello nazionale e oltre confine.
  • La criptovaluta della blockchain di Stellar si chiama lumen, un token che viene scambiato con il simbolo XLM.
  • Stellar è una delle altcoin più performanti degli ultimi cinque anni con una capitalizzazione di mercato di poco più di 1 miliardo di dollari.

Stellar è una tecnologia di pagamento open source che condivide diverse somiglianze con Ripple. Proprio come Ripple, Stellar è una tecnologia di pagamento che mira a connettere le istituzioni finanziarie e ridurre drasticamente i costi e i tempi necessari per i trasferimenti transfrontalieri. In effetti, entrambe le reti di pagamento utilizzavano inizialmente lo stesso protocollo.

Un fork nel protocollo di Stellar all’inizio del 2014 ha portato alla creazione dello Stellar Consensus Protocol (SCP). Entrambi i sistemi hanno anche differenze fondamentali. Mentre Ripple è un sistema chiuso, Stellar è open source. Hanno anche clienti diversi. Ripple collabora con istituti bancari e consorzi affermati al fine di ottimizzare la loro tecnologia di trasferimento transfrontaliero. Al contrario, Stellar lumens è focalizzata sui mercati in via di sviluppo e ha molteplici casi d’uso per la sua tecnologia, comprese le rimesse di denaro e la distribuzione di prestiti bancari ai non bancari. 

Conoscere la criptovaluta stellar lumens

Le criptovalute sono valute digitali o virtuali sviluppate per il trading su reti decentralizzate chiamate blockchain. Ciò ha assicurato che non potessero essere contraffatti come le valute normali. Ha anche impedito loro di essere spesi due volte. A differenza del denaro fiat, le criptovalute non sono emesse dalle banche centrali, il che significa che i governi non interferiscono nella loro attività di trading.

Una varietà di criptovalute è emersa in seguito al successo di Bitcoin, creato nel 2009, incluso stellar lumens. Come accennato in precedenza, il lumens è la criptovaluta di Stellar. Ci sono circa 22,5 miliardi di monete in circolazione, con una fornitura massima di 50 miliardi. La Fondazione Stellar originariamente aveva oltre 100 miliardi di lumen esistenti, ma ha bruciato circa la metà delle sue monete in circolazione nel novembre 2019.

La mossa ha causato un aumento a breve termine del prezzo di XLM, anche se il rally è rapidamente svanito. Le bruciature di monete sono controverse perché implicano il tipo di manipolazione da cui i sistemi decentralizzati dovrebbero proteggere. Sebbene il valore di Stellar lumens sia diminuito di oltre due terzi a maggio 2020, è ancora uno degli altcoin con le migliori prestazioni, conquistando l’11° posto su CoinMarketCap.

La capitalizzazione di mercato della moneta era di circa $ 8,3 miliardi al 25 marzo 2021. Ogni transazione di stellar lumens ha una commissione di estrazione standard di 0,00001 lumen.

Storia di Stellar lumens

Stellar lumens è gestito dalla Stellar Development Foundation, un’organizzazione senza scopo di lucro fondata da Jed McCaleb. Il progetto Stellar ha ricevuto un finanziamento iniziale dalla startup di pagamenti Stripe, insieme a donazioni da organizzazioni come BlackRock, Google e FastForward. L’organizzazione copre i propri costi operativi accettando donazioni pubbliche deducibili dalle tasse.

L’obiettivo principale di Stellar lumens è lo sviluppo delle economie nelle aree delle rimesse e dei prestiti bancari a coloro che sono al di fuori dell’ambito dei servizi bancari. Stellar non addebita alcun costo a individui o istituzioni per l’utilizzo della rete. Stellar lumens supporta una modalità di scambio distribuita.

Ciò consente agli utenti di inviare pagamenti in valute specifiche anche se possono detenere crediti in un’altra, mentre la rete esegue automaticamente la conversione forex. Il destinatario può prelevare il proprio equivalente in valuta tramite un istituto partner come una banca. Come sistema di trasferimento e pagamento transfrontaliero che collega soggetti finanziari, Stellar mira a ridurre significativamente i costi di transazione e i ritardi.

Mentre Stellar lumens funziona proprio come tecnologie come Bitcoin, la sua caratteristica distintiva chiave è il suo protocollo di consenso. L’attuale Stellar è il risultato di un fork del 2014 che ha creato lo Stellar Consensus Protocol (SCP) a seguito del quale Stellar è diventato un sistema open source. Con questo protocollo, il processo di autenticazione della transazione è limitato a un insieme selezionato di nodi affidabili  piuttosto che essere lasciato aperto all’intera rete di nodi.

Ogni nodo della rete seleziona un insieme di nodi affidabili e una transazione è considerata approvata una volta autenticata da tutti i nodi che fanno parte di questo gruppo selezionato. Questo ciclo di approvazione abbreviato consente alla rete Stellar lumens di elaborare le transazioni più velocemente e mantenere i costi di transazione più bassi.

Cos’è la blockchain stellar?

Anche se bitcoin ha fatto notizia negli ultimi cinque anni, c’erano altre criptovalute e piattaforme di criptovaluta che hanno accumulato guadagni e trazione più impressionanti tra gli sviluppatori. Stellar lumens era una di loro. Nel 2017, il valore di Lumen, la criptovaluta di Stellar, è cresciuto del 34,900%.

Nel 2018, il valore è crollato del 77%, ma poi il prezzo è rimasto relativamente stabile per tutto il 2019 e il 2020. Le prestazioni sono migliorate nel 2021, con un aumento del 226% da gennaio a marzo. La sua capitalizzazione di mercato al 6 aprile 2021 era di $ 12,4 miliardi. Stellar lumens potrebbe offrire un’interessante opportunità per i trader che desiderano diversificare le proprie partecipazioni lontano dal bitcoin.

Ecco una breve introduzione alla moneta e alle sue prospettive di business.

Come funziona Stellar?

stellar lumens simile a ripple

Il funzionamento di base di Stellar è simile a quello della maggior parte delle tecnologie di pagamento decentralizzate. Gestisce una rete di server decentralizzati con un registro distribuito che viene aggiornato ogni 2-5 secondi tra tutti i nodi. Il fattore di distinzione più importante tra Stellar lumens e bitcoin è il suo protocollo di consenso.

Il protocollo di consenso di Stellar lumens non si basa sull’intera rete di minatori per approvare le transazioni. Al contrario, utilizza l’algoritmo FBA che consente un’elaborazione più rapida delle transazioni. Questo perché utilizza le sezioni del quorum (o una parte della rete) per approvare e convalidare una transazione. Ogni nodo della rete Stellar sceglie un altro set di nodi “affidabili”.

Una volta che una transazione è stata approvata da tutti i nodi all’interno di questo set, viene considerata approvata. Il processo abbreviato ha reso la rete di Stellar lumens estremamente veloce e si dice che elabori fino a 1.000 operazioni di rete al secondo. In che modo Stellar lumens accelera i trasferimenti transfrontalieri? L’attuale processo per i bonifici transfrontalieri è complicato.

Richiede alle banche nazionali di mantenere conti in giurisdizioni estere in valute locali. Le loro banche corrispondenti devono gestire un conto simile nel paese di origine. Il processo Nostro-Vostro, come è noto, per le transazioni transfrontaliere con valute legali è lungo e comporta la conversione e la riconciliazione dei conti.

Poiché consente la convalida simultanea, la blockchain di Stellar lumens può ridurre o eliminare i ritardi e la complessità coinvolti. La criptovaluta Lumens di Stellar può essere utilizzata anche per fornire liquidità e semplificare il processo. Secondo alcuni rapporti, le banche utilizzeranno le proprie criptovalute per facilitare tali trasferimenti in futuro. Secondo David Mazières, professore della Stanford University e creatore di SCP, il protocollo ha requisiti informatici e finanziari “modesti”. Ciò consente anche alle organizzazioni con budget IT minimi, come le organizzazioni non profit, di partecipare alla propria rete.

Quante istituzioni usano la blockchain di Stellar lumens?

Stellar è entrata sotto i riflettori nell’ottobre 2017 dopo aver annunciato una partnership con IBM. La partnership prevede la creazione di più corridoi valutari tra le nazioni del Sud Pacifico. Il progetto ha stabilito l’obiettivo di elaborare fino al 60 percento di tutti i pagamenti transfrontalieri nella regione, che include paesi come Australia, Fiji e Tonga.

Ciò consentirebbe collegamenti tra piccole imprese, organizzazioni non profit e istituti bancari locali per accelerare le transazioni commerciali. Ad esempio, un agricoltore di Samoa sarebbe in grado di connettersi e condurre transazioni con un acquirente in Indonesia. Nel 2016, la famosa società di consulenza tecnologica Deloitte ha anche annunciato una partnership con Stellar lumens per sviluppare un’app per i pagamenti.

In una conferenza nel 2017, McCaleb ha confermato che 30 banche si sono iscritte per utilizzare la blockchain di Stellar per i trasferimenti transfrontalieri. Il servizio di pagamento Stripe ha rimosso bitcoin e ha lasciato la porta aperta a Stellar lumens sulla sua piattaforma.

In che modo Stellar è diventata la sesta criptovaluta più grande?

Stellar lumens, che commercia con i suoi  token di criptovaluta nativi chiamati lumen (XLM), la scorsa settimana si è assicurato il sesto posto nell’ambito elenco delle criptovalute con la più alta capitalizzazione di mercato, secondo CoinMarketCap.com. Una serie di sviluppi positivi negli ultimi tempi l’hanno aiutata a guadagnare questo posto. Ecco uno sguardo a ciò che ha aiutato Stellar a superare altre criptovalute popolari come Litecoin, IOTA e Tether.

L’accordo di Stellar con TransferTo Bumps Price

La grande spinta per Stellar lumens è arrivata a metà della scorsa settimana quando è stato annunciato un accordo chiave tra Stellar e TransferTo, una piattaforma di trasferimento di denaro internazionale. Stellar è noto come una piattaforma di tecnologia di contabilità distribuita (DLT) consolidata che supporta un sistema di trasferimento e pagamento transfrontaliero per collegare le istituzioni finanziarie. L’ USP di Stellar lumens consiste nel ridurre significativamente i costi di transazione e i ritardi, grazie alle sue capacità di regolamento istantaneo dei pagamenti transfrontalieri e di esecuzione delle transazioni.

Come parte dell’accordo, TransferTo, che gestisce una rete di pagamenti mobili transfrontalieri per le economie emergenti, collaborerà con Stellar lumens per potenziare i trasferimenti e i regolamenti di pagamento internazionali fornendo ai clienti trasferimenti a basso costo, in tempo reale e sicuri. Con entrambe le organizzazioni che dispongono di una solida rete di partner affiliati, istituzioni finanziarie, fornitori di servizi finanziari digitali come gateway di pagamento, la collaborazione consentirà di espandere le operazioni di trasferimento di denaro a più di 70 località internazionali in tutto il mondo. Due settimane fa, il principale exchange di criptovalute Coinbase ha annunciato che sta esplorando la possibilità di aggiungere Stellar lumens alla sua piattaforma di trading, oltre ad altre valute come Cardano (ADA), 0x (ZRX), Basic Attention Token (BAT) e Zcash (ZEC).

Ciò dovrebbe aumentare l’attività di mercato di Stellar, portando più partecipanti e liquidità .

Stellar ottiene la conformità alla sharia

Il 17 luglio, Stellar è diventata la prima piattaforma DLT a garantire una certificazione di conformità alla Sharia per i pagamenti crittografici e la tokenizzazione delle risorse. Lo Shariyah Review Bureau (SRB), un’agenzia internazionale di consulenza sulla Sharia autorizzata dalla Banca centrale del Bahrain, ha esaminato le proprietà, le caratteristiche e le applicazioni di Stellar e ha emesso le linee guida necessarie per consentire l’uso di applicazioni conformi alla Sharia della tecnologia blockchain Stellar nell’Islam delle istituzioni finanziarie. Il certificato si estende anche alla criptovaluta Lumen.

La certificazione aprirà nuovi mercati per l’espansione di Stellar lumens in località globali in cui i servizi finanziari richiedono l’adesione ai principi di finanziamento islamici. Ad esempio, i paesi del Medio Oriente, come il Bahrain, il Kuwait, l’Oman, il Qatar, l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, e quelli del sud-est asiatico, come l’Indonesia e la Malesia, possono ora adottare la tecnologia Stellar lumens nei loro prodotti conformi alla Sharia e offerte di servizi. Tuttavia, Stellar non è l’unica piattaforma DLT a ottenere la conformità alla Sharia.

A marzo, NOORCOIN ha  ottenuto  un certificato Sharia dal World Sharia Advisory Committee, diventando il primo token di utilità per ottenere la conformità alla Sharia. Ad aprile, Bitcoin è stato  riconosciuto  come “generalmente ammissibile” secondo la legge della Sharia secondo un rapporto pubblicato da un consulente interno per la Sharia della startup fintech Blossom Finance, riporta CoinTelegraph .

IBM sostiene il progetto Stablecoin basato su Stellar

Intorno alla metà di luglio, International Business Machines Corp. ( IBM ) ha annunciato  che stava sostenendo il progetto di stablecoin “Stronghold USD” costruito sulla blockchain della rete Stellar. La stablecoin è stata lanciata da Stronghold, una piattaforma di trading di criptovaluta ospitata da Stellar. Chiamata Stronghold USD, la stablecoin assicurata dalla Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) sarà garantita da asset a dollari statunitensi uno a uno per moneta e le riserve necessarie saranno detenute da una società fiduciaria statale, che garantisce un’assicurazione sui depositi per i clienti di banche commerciali e istituti di risparmio, coprendo importi fino a $ 250.000.

La collaborazione con IBM esplorerà gli usi per Stronghold USD all’interno delle reti aziendali blockchain sulla piattaforma IBM Blockchain. “La digitalizzazione delle risorse del mondo reale utilizzando la blockchain può trasformare drasticamente molte forme di transazioni finanziarie condotte in tutto il mondo”, ha affermato Jesse Lund, vicepresidente globale di IBM Blockchain. “Nuovi tipi di strumenti garantiti da fiat, come il token USD di Stronghold, hanno il potenziale per migliorare la spina dorsale delle operazioni e dei pagamenti bancari internazionali, offrendo alle banche un modo più semplice per integrarsi con le reti blockchain pubbliche senza modifiche significative alla loro infrastruttura bancaria e di conformità principale.

Articolo precedenteGuida agli investimenti in criptovaluta per principianti seconda parte
Articolo successivoValore di mercato cos’è e quali sono i pro e i contro?
Nicola Dente
Sono un appassionato di trading online e di criptovalute da molti anni. Ho ottenuto splendidi risultati dai miei investimenti, investo regolarmente su azioni e criptovalute. Mi occupo anche di copywriting e posso considerarmi anche Seo specialist dal 2015. Quest'anno data la mia pluriennale esperienza ho deciso di fondare il blog d'informazione Bitcoininvestimenti, per condividere le mie conoscenze coi lettori, realizzare guide, scrivere news sempre aggiornate principalmente sul tema delle criptovalute. Resta sempre esplicito che chi volesse tentare un investimento in questi settori lo fa a suo rischio e pericolo ed è sempre consigliato farsi seguire da un consulente di fiducia.