DEFI, e token guadagni a doppia cifra

135

Token defi guadagni a doppia cifra

Una varietà di token DeFi blue-chip ha preso il volo nelle ultime 24 ore e le ragioni alla base dei guadagni sono altrettanto varie. Diversi token dietro i migliori protocolli di finanza decentralizzata ( DeFi ) hanno registrato guadagni di oltre il 10% nell’ultimo giorno. Inclusi tra i migliori guadagni della giornata ci sono Curve , Aave e SushiSwap.

DeFi è un settore in rapida crescita dell’industria delle criptovalute che offre molti servizi finanziari tradizionali, come prestiti, ma rimuove gli intermediari centralizzati, come banche o broker. DeFi Llama, una dashboard che mostra il valore totale bloccato in tutto il settore, mostra che al momento della stampa c’è un totale di circa 182 miliardi di dollari. A differenza di DeFi Pulse, DeFi Llama non si limita a registrare l’attività DeFi su Ethereum .

Di questo settore spiccano tre protocolli (e i loro token di governance nativi). Sebbene Curve, Aave e SushiSwap condividano tutti forti guadagni, le ragioni alla base di questi guadagni sono varie. Soluzioni Layer 2, gli NFT alimentano l’aumento dei token. Curve, un exchange decentralizzato ( DEX ) ottimizzato per asset di valore simile come le stablecoin, ha lanciato su Arbitrum, una soluzione di scaling di livello 2 per Ethereum.

Invece di regolare le singole transazioni sulla rete principale di Ethereum, le operazioni Curve vengono raggruppate e regolate periodicamente, riducendo così la congestione e il costo delle transazioni. Per aumentare l’utilizzo dell’iniziativa di Curve, il team di sviluppatori ha lanciato due pool di liquidità, distribuendo alti rendimenti. Il primo, chiamato “TriCrypto”, offre un enorme rendimento del 272% per gli utenti che aggiungono uno dei tre asset: Tether (USDT), Wrapped Bitcoin ( WBTC ) o Wrapped Ethereum (WETH).

Il secondo pool si chiama “2pool” e offre un rendimento del 6,5% per gli utenti che depositano USD Coin o tether. C’è anche un voto oggi all’interno dell’organizzazione autonoma decentralizzata Curve ( DAO ) per determinare se verranno assegnati token bonus aggiuntivi agli utenti che si uniscono a uno dei due pool. Se superato, i token CRV aggiuntivi, il token di governance nativo di Curve, verrebbero dati in aggiunta al rendimento di base su Curve.

Questi sviluppi hanno probabilmente contribuito all’aumento del 18% di CRV nelle ultime 24 ore. Anche SushiSwap, un popolare scambio decentralizzato che consente agli utenti di scambiare, prestare e prendere in prestito, ha aderito ad Arbitrum. In effetti, è uno dei progetti più riccamente integrati in DeFi, con operazioni su Avalanche , Celo, Polygon , Fantom, Binance Smart Chain e molti altri.

L’ultimo picco del 15% nel token defi nativo di SushiSwap, tuttavia, è probabilmente attribuito a una recente vendita di token non fungibili ( NFT ) sulla sua piattaforma di lancio di token, Miso. Soprannominato ” Jay Pegs Auto Mart “, gli speculatori NFT interessati possono acquistare un token di prenotazione DONA su Miso. Questi token defi possono quindi essere utilizzati per riscattare “una Kia Sedona NFT 2007” il 21 settembre 2021.

La vendita del token DONA ha già raccolto 427,14 Ethereum o $ 1.451.276,49 ai prezzi di oggi. Per quanto riguarda Aave, un protocollo di prestito e prestito di criptovalute, i social media e la newsletter della piattaforma sono stati pieni di notizie su un progetto che sarà presto lanciato. Attualmente viene indicato come “protocollo [REDATTO]” dal team di Aave.

I co-fondatori e i membri del team di Aave hanno suggerito che il progetto riguarderà la monetizzazione dell’attività sui social media degli utenti. A luglio, Stani Kulechov, fondatore e CEO di Aave, ha raccontato di piani simili, aggiungendo che “crediamo che i creatori di contenuti dovrebbero possedere il loro pubblico in cui tutti possono realizzare nuove esperienze utente utilizzando il grafico sociale on chain e dati in maniera libera senza dover richiedere autorizzazioni. Oltre al crescente clamore attorno a questo progetto, FRAX, una stablecoin algoritmica, è stata aggiunta ad Aave, consentendo ai possessori di prendere in prestito e prestare l’asset.

Questi eventi potrebbero aver contribuito al token nativo di Aave, AAVE, aumentando di oltre il 15%.

Articolo precedenteTutti a caccia di criptovalute, e non solo di bitcoin
Articolo successivoDivieto di transazioni in criptovalute in Cina
Nicola Dente
Sono un appassionato di trading online e di criptovalute da molti anni. Ho ottenuto splendidi risultati dai miei investimenti, investo regolarmente su azioni e criptovalute. Mi occupo anche di copywriting e posso considerarmi anche Seo specialist dal 2015. Quest'anno data la mia pluriennale esperienza ho deciso di fondare il blog d'informazione Bitcoininvestimenti, per condividere le mie conoscenze coi lettori, realizzare guide, scrivere news sempre aggiornate principalmente sul tema delle criptovalute. Resta sempre esplicito che chi volesse tentare un investimento in questi settori lo fa a suo rischio e pericolo ed è sempre consigliato farsi seguire da un consulente di fiducia.