Binance Crypto: di cosa si tratta e come funziona?

5
Binance Crypto

Binance crypto, fa parte di una piattaforma di trading online che si dedica proprio a quello che è il trading delle criptovalute. E’ stata fondata nel corso del 2017, ma con il passare del tempo e in realtà a pochissima distanza dal suo arrivo, è diventata una delle piattaforme di maggiore rilievo nel settore, sembra infatti che riesca a contare su un numero davvero alto di scambi di criptovalute al mondo.

Insomma un grande successo, che però in Italia non ha permesso che potesse essere riconosciuta dalla CONSOB che poi altro non è che l’ente di regolamentazione del trading e questo cosa significa? La risposta è semplice, chiunque in Italia lavori attraverso questa piattaforma, almeno per il momento, non ha nessun tipo di tutela nel momento in cui ci sono dei problemi o possono sorgere degli illeciti nel corso delle varie operazioni.

Ad ogni modo entriamo ancora di più nel dettaglio: che cosa si deve fare per potere utilizzare la piattaforma? Tanto per cominciare per potere operare su Binance e quindi dare il via alla proprio lavoro di trading quello che si deve fare è aprire un account sulla piattaforma, per farlo basta solo compilare tutti i campi che sono relativi alle informazioni personali e poi scegliere le proprie credenziali per il login e alla fine completare l’iscrizione inserendo anche tutta la documentazioni necessaria e quindi: un documento di riconoscimento e gli estremi di una carta. Una cosa è assolutamente certa, la sicurezza è la vera parola d’ordine di questa piattaforma, il primo scopo essenziale è sempre stato quello di garantire la massima protezione dei dati personali anche grazie alla presenza di doppie chiavi e crittografie di livello avanzato. Un metodo efficace anche per potersi difendere dai tentativi degli hacker.

Ad ogni modo, una volta che si è fatta l’iscrizione si potrà procedere con la scelta del tipo di profilo che cambia a secondo delle proprie esigenze e anche competenze legate al trading, infatti esiste il livello di base e poi quello avanzato: per quello che riguarda il primo caso ci si può lavorare con una interfaccia decisamente più semplice che porta alla luce un numero limitato di operazioni, in genere quelle che si possono ritenere le meno complesse. Mentre il livello avanzato altro non è che il sistema perfetto per i trader professionisti che avranno cosi modo di potere utilizzare un tipo di interfaccia completa e allo stesso tempo anche più complessa, con diverse opzioni al suo attivo.

Insomma, per capirci meglio con il termine Binance Crypto altro non intendiamo se non un exchange di criptovalute che permette a tutti gli utenti di potere comprare e vendere in modo autonomo e nella massima semplicità e anche con dei costi relativamente bassi e con l’utilizzo di sistemi quali: NFT e strumenti derivati sulle crypto. Quindi, chi ha intenzione di fare del trading o di investire in questo settore, sa perfettamente che questo sistema potrebbe essere perfetto.

E’ importante tenere da conto questo: una volta che è stata effettuata la registrazione e anche l’iscrizione, si può cominciare sin dal primo momento a scambiare tutte le crypto che sono disponibili e che in genere sono anche oltre 350, senza tenere conto del fatto che di mezzo ci sono anche NFT e prodotti derivati. Per cominciare insomma basterà solo eseguire un deposito che poi andrà convertito in altri asset a secondo delle proprie preferenze.

Per capirci meglio, una volta entrati in piattaforma, per potere depositare su Binance Crypto tutto quello che si deve fare è utilizzare la voce Wallet che si andrà poi ad aggiungere a Wallet Spot, per poi fare clic sul pulsante Deposita, fatto questo si procede con Deposita fiat che permetterà di scegliere la valuta da inserire e il sistema giusto per poterlo fare. Il costo del deposito è di 1 euro, ma per poterlo portare a termine si ha ovviamente bisogno di un tempo tecnico che in genere è quello che va da 1 a 3 giorni, mentre nel caso in cui si decidesse di utilizzare la carta, il pagamento avverrà in modo istantaneo ma con una commissione pari a 1,8%.

A questo punto, una volta che si è ottenuta la propria valuta, non si deve fare altro che procedere con la conversione, un passaggio che andrà fatto seguendo la voce trading, poi Binance convert e cosi via. Una volta finito, non si deve fare altro che premere il pulsante Anteprima di conversione e accettare lo scambio, nel caso in quello che è uscito fuori sia di gradimento dell’utente.

Binance è una piattaforma completa per quanti sono interessati al trading in criptovalute; si tratta infatti della più completa nel settore in grado di garantire un volume di traffico di elevato livello, superiore a qualsiasi altra piattaforma competitor” spiegano gli esperti del settore.

Come detto prima, tra i diversi aspetti che offre questa piattaforma, ci sta anche quello di potere decidere il livello di trading da utilizzare, che sarà base per chi sta iniziando e avanzato per chi invece è già esperto del settore. Quello che però forse in molti non sanno è che grazie alla piattaforma, le possibilità legate al trading sono davvero tantissime, nonostante siano sempre legate  e limitate al mondo dell’exchange di criptovalute, questo vuole dire che in nessun caso si prevede l’utilizzo delle monete tradizionali.

Sempre gli esperti sottolineano poi: “A differenza di altre piattaforme che operano con le criptovalute e che permettono lo scambio tra monete virtuali e monete tradizionali, Binance concentra il trading solo nel mondo delle valute virtuali: è inoltre disponibile una valuta proprietaria, la BNB, ossia un software sviluppato dalla Holding e dalla comunità ad essa connessa e basato su tecnologia blockchain”.

Spostandoci poi su quelli che sono gli strumenti di trading, una cosa è certa Binance ne ha a disposizione tante e di diverso tipo, ad esempio l’utilizzo della leva finanziaria che di fatto è uno degli strumenti che sono più utilizzati e apprezzati dai professionisti e questo perché, grazie ad essi possono incrementare quelli che sono i profitti finali. E’ uno strumento molto rischioso che in linea di massima si cerca sempre di sconsigliare quando si tratta di utenti che sono alle prime armi: potrebbe essere un’arma a doppio taglio specialmente nel caso in cui si andasse incontro a delle perdite.

Ad ogni modo, anche se nessuna piattaforma del genere può definirsi perfetta, una cosa è certa, questa che si occupa delle Binance Crypto è costituita da una serie di fattori davvero importanti, tra questi: commissioni basse, ampia gamma di criptovalute, facilità d’uso, grafici e risorse educative, senza contare anche l’offerta che ha a che fare con  un wallet per custodire gli asset. Insomma, ci sono dei vantaggi e degli svantaggi che adesso andremo a dipanare.

Per quello che concerne i pro:

  • Commissioni basse e competitive
  • Vasta gamma di criptovalute supportate
  • Interfaccia facile che può essere usata sia da desktop che da app
  • Piattaforma adatta a utenti con qualsiasi esperienza
  • Disponibili diversi prodotti per guadagnare delle ricompense

Invece passando ai contro:

  • Tanti gli attacchi hacker
  • Problemi legali specialmente quelli con le autorità di regolamentazione in tutto il mondo
  • Futures e derivati non disponibili in Italia
  • Assistenza clienti live chat solo con bot

Binance Crypto: perché è cosi famosa e da che cosa deriva il suo successo?

Adesso che si è capito di che cosa stiamo parlando, possiamo entrare ancora di più nello specifico e per farlo, ci concentriamo sul discorso legato alle Binance Crypto, conosciute anche con il nome di Binance Coin. Al momento sono, nel mondo delle criptovalute, quelle più famose.

Queste monete sono diventate una realtà nel corso del 2017, utilizzate proprio come moneta di scambio per la piattaforma Binance. In un primo momento il loro valore era di pochi centesimi di dollaro, solo inseguito e per la precisione nel giro di pochi mesi ha visto il suo valore aumentare del 2000%, arrivando anche a 2 euro. Un successo davvero importante che è poi proseguito ed è arrivato, nei mesi successivi a toccare i 330 dollari nel corso del 2021 e i 670 sempre qualche mese dopo nello stesso anno. Poi, con il passare del tempo e per la precisione nel corso di Maggio 2022 si è stabilizzato attorno ai 280 dollari.

Detto questo, una domanda importante da porsi è la seguente: cosa si può comprare con la Binance Crypto? Partiamo da un presupposto, il successo di questa moneta dipende tanto per cominciare dalla grande popolarità della piattaforma su cui si appoggia e anche dalla tecnologia che utilizza, che poi è la stessa di quella utilizzata da una passata criptovaluta: Ethereum. Le due monete hanno lo stesso algoritmo di consenso. Compreso questo, i vantaggi che offre questa moneta non sono da poco, il suo uso è davvero importante e infatti, nel caso in cui si decidesse di utilizzarle per pagare delle commissioni, si potrebbe andare incontro a degli sconti vantaggiosi, anche per quello che concerne i vari servizi della piattaforma.

Nel corso degli anni questa riduzione è andata a calare. Lo sconto è rimasto del 50% dal lancio della moneta virtuale fino all’agosto del 2018, per poi passare al 50% (fino ad agosto 2019), al 12,5% (fino ad agosto 2020) e al 6,25% (da agosto 2020 in poi). Al momento è disponibile uno sconto del 25% sulle operazioni fino al 13 luglio 2022” questa la conferma che arriva dagli esperti che si occupano proprio di questo argomento.

Ma non finisce qua, un secondo vantaggio che riguarda sempre le Binance Crypto, è quello di poterle scambiare con altri token o anche riconvertirle in valuta fiat. Un sistema che è simile a quello che riguarda le altre criptovalute.

A questo punto non resta che capire come fare per comprare le Binance Crypto. Ebbene, gli investitori che vogliono procedere ad un acquisto diretto, non devono fare altro che affidarsi a delle compravendite sulle piattaforme exchange, oppure un metodo alternativo è quello di potere puntare sul trading con dei boroker CFD, riuscendo anche, in questo caso, a speculare su quello che è il rialzo o il ribasso della criptovaluta. Infine, una volta che si è provveduto a comprare direttamente la Binance Crypto, è possibile utilizzarle per controllare quelli che sono gli eventuali cambi di prezzo, riuscendo anche ad avere un profitto non da poco, ovviamente tutto sempre dopo avere comprato il token nel momento in cui costa poco e rivenduto quando i prezzi vanno in rialzo.

Per potere capire quale sia il momento migliore per procedere con queste operazioni è sempre tenere conto dei cambiamenti e delle oscillazioni dei Binance Crypto e dei grafici aggiornati che li riguardano.

Per concludere un accorgimento in più: chi tra gli utenti ha intenzione di utilizzare il mining, che poi altro non è che il sistema che permette alla rete bitcoin di funzionare, deve sempre ricordarsi che non lo si può fare con l’utilizzo delle Binance Crypto e questo perché quest’ultima altro non è che una criptovaluta che ha come base un algoritmo di consenso POW.

 

 

 

 

Articolo precedenteNot Crypto: cosa sono e come funzionano?
Articolo successivoPepe Token: che cos’è e quali sono i suoi punti di forza
Argia Renda
Sono giornalista pubblicista dal 2019, ma la mia passione per il mondo della scrittura e del giornalismo nasce fin da quando ero bambina. Collaboro con testate giornalistiche online fin da quando ancora ero una semplice studentessa di Liceo. Una passione che mi ha sempre accompagnato e che ho ancora oggi la fortuna di potere chiamare lavoro. Sono una persona risoluta, positiva, capace di gestire situazioni di stress e abituata a lavorare in squadra, anche se da anni il mio lavoro è stare davanti ad un computer per molte ore. Adoro scrivere su diversi e svariati argomenti, negli anni ho toccato davvero tanti colori di cronaca. Sono soprattutto una persona curiosa, desiderosa di migliorare, imparare, innovare e sperimentare.