Esposizione nel trading: come funziona

39

Se operi nei mercati finanziari da diverso tempo, sicuramente avrei anche sentito parlare di esposizione nel trading. Questo termine si riferisce al livello di rischio che un investitore è disposto a correre al fine di raggiungere i propri obiettivi finanziari. Naturalmente questo è un fattore importantissimo da tenere a mente nel momento in cui si va ad operare sui mercati.

Devi infatti sapere sempre il livello di rischio che sei disposto a correre, così da non farti cogliere impreparato da eventuali sorprese spiacevoli. Ovviamente, come dico sempre nel mondo del trading online è importantissimo avere una strategia di esposizione del trading efficace. Devi infatti sapere esattamente come muoverti sia in caso di esito negativo del mercato, ma anche in caso positivo.

Questo perché ci sono tantissime persone che danno per scontato che nel momento in cui il mercato vada bene, si possa lasciare proseguire il mercato con le sue operazioni. In realtà non funziona sempre così, perché bisognerebbe sapersi fermare proprio quando si ha ottenuto un profitto abbastanza valido. Suggerisco questo perché purtroppo i mercati finanziari sono soggetti a tantissime oscillazioni, che possono cambiare l’andamento dei prezzi in modo repentino.

Se sei quindi alle prime armi e stai cercando di metterti da parte un buon capitale a disposizione, saprai quanto è importante adottare una strategia di uscita intelligente. Ovviamente è altrettanto importante anche per i professionisti sapere come uscire dal mercato in maniera corretta, evitando qualsiasi rischio del caso. Cerca infatti di capire quelli che sono i tuoi obiettivi reali e come puoi raggiungerli con una strategia che non mette a rischio il tuo portafoglio finanziario.

Nel momento in cui hai capito quello che ti serve, a questo punto potrai sviluppare una strategia che ti aiuta a entrare a uscire in qualsiasi momento. Ricorda di diversificare il tuo portafoglio finanziario con degli asset che ti possono garantire maggiore stabilità. In questo modo potrai in maniera decisamente più semplice controllare le tue operazioni ed evitare grossi crolli in caso di andamento negativo.

Una volta che hai sviluppato la tua strategia, cerca anche di capire se ti servono degli strumenti di contenimento del rischio. Potresti infatti valutare di usare lo stop loss o il take profit, per impostare dei valori al di sotto o al di sopra dei quali non vuoi andare. Purtroppo in questo caso dovrai accontentarti del risultato ottenuto, ma non sempre può essere malvagio specialmente se sei alle prime armi in questo mondo.

Grazie a questi strumenti di contenimento del rischio, potrai ottenere dei profitti quasi indipendentemente dall’andamento di mercato. Se gli asset su cui hai puntato si riveleranno molto fluttuanti, in questo caso potrai evitare di perdere grosse cifre di denaro. Anche questo è davvero molto importante se non hai tantissimo capitale da investire per le prime volte.

Nel momento in cui hai la strategia pronta, cerca di valutare il tuo livello di esposizione nel trading, per capire quanto rischio vuoi correre. Cerca infatti di capire quanti soldi vuoi rischiare e soprattutto in che modo vuoi affrontare qualsiasi pericolo che poi trovare lungo il percorso. Naturalmente, ti suggerisco di avvalerti di strumenti importanti che possono garantirti un investimento intelligente e allo stesso tempo sicuro.

Non lasciare mai che le emozioni prendano sopravvento, perché in questo caso potresti perdere davvero tantissimi soldi o addirittura indebitati con il broker.

Esposizione nel trading cos'è

Cosa si intende per esposizione nel trading?

Come abbiamo anticipato, quando si parla di esposizione del trading ci si riferisce al livello di rischio che si è disposti a correre. Naturalmente in questo caso ci si riferisce più che altro al pericolo che un investitore vuole affrontare di fronte a eventuali perdite. Questo è un argomento che anche i consulenti finanziari di solito trattano, prima di avviare una qualsiasi strategia.

Diventa infatti di fondamentale importanza capire quanto una persona vuole rischiare pur di raggiungere i propri obiettivi finanziari con delle strategie di investimento. Quando si parla di esposizione del trading ci si riferisce a tutti quegli aspetti che possono influenzare la valutazione di prezzo. Bisogna infatti considerare i trend del momento, eventuali dichiarazioni di imprenditori e l’andamento di mercato che un asset sta avendo.

Sulla base di tutti questi fattori sarà poi possibile capire quello che è il livello di esposizione nel trading che si può correre e soprattutto si è disposti ad affrontare. Tuttavia è corretto specificare che esistono diversi tipi di esposizione nel momento in cui si opera sui mercati finanziari. C’è infatti il rischio di esposizione al mercato, ovvero il rischio associato alle fluttuazioni di prezzo.

Questo è un rischio che va solitamente valutato prima di avviare una strategia, dopo aver studiato per bene i grafici. Il primo passo da compiere è infatti quello di fare delle analisi che possono aiutare il trader a capire come muoversi per evitare di andare in perdita. Naturalmente non è scontato guadagnare anche nel caso in cui le analisi siano state eseguite correttamente.

Il tutto dipende anche dal tipo di strategia che si vuole adottare, perché quelle a breve termine sono generalmente più rischiose rispetto a quelle sul lungo periodo. Poi abbiamo il rischio di esposizione nel trading al credito, ovvero il pericolo che un debitore non sia in grado di rimborsare un prestito o di adempiere ai suoi obblighi finanziari. Questo è un pericolo che solitamente valuta più che altro chi vuole vendere i suoi asset ad un altro investitore.

Questo si verifica nel momento in cui si ha a che fare con un cattivo pagatore o semplicemente la cifra è davvero elevata. Per l’investitore diventa di fondamentale importanza essere sicuro che chi c’è dall’altra parte sia disposto a pagare la cifra che desidera senza problemi. Infine abbiamo il livello di esposizione operativa, che si riferisce al rischio associato alle operazioni quotidiane di un’azienda.

Se ami investire in azioni, dovrai assicurarti che l’azienda su cui hai deciso di puntare vada sempre bene e che non subisca crolli che possono metterti in crisi. Questi sono i principali livelli di esposizione nel trading che un investitore deve valutare prima di investire. Ovviamente, ricordati di non farti mai coinvolgere troppo a livello emotivo, perché in questo caso potresti rischiare di perdere davvero tanti soldi.

Come gestire il livello di esposizione nel trading?

La gestione dell’esposizione finanziaria è un aspetto fondamentale della gestione del rischio. Le aziende e gli investitori possono utilizzare una serie di strumenti e strategie per mitigare l’esposizione finanziaria. Generalmente è necessario adottare delle strategie di diversificazione degli investimenti, con l’uso di derivati finanziari per coprire il rischio e l’adeguamento delle politiche di credito.

Purtroppo però è corretto precisare che non sempre è così facile gestire il livello di esposizione nel trading. In alcuni casi potresti infatti aver bisogno del supporto di un consulente finanziario che ti aiuta a capire esattamente come muoverti in base ai tuoi obiettivi. Se noti che le strategie che hai pensato non sono così efficaci, rivolgiti ad un professionista che ti può sicuramente aiutare nel momento di difficoltà.

Inoltre questa figura professionale farà tutto al posto tuo e di conseguenza anche tu potrai operare con più tranquillità. Sicuramente questo è un aspetto da teneramente nel caso in cui non sei ancora pronto a fare il salto per iniziare ad investire in autonomia. Grazie all’aiuto di un esperto potresti infatti prendere le decisioni di investimento in maniera più sensata e studiata, grazie ad una persona competente in materia.

Perché è importante controllare l’esposizione?

Controllare il proprio livello di esposizione del trading è di fondamentale importanza per svariati motivi. Ovviamente al primo posto rientra l’evitare di perdere tantissimi soldi nel caso in cui le cose si mettano male. Per un investitore è infatti di fondamentale importanza agire in maniera corretta, evitando mosse avventate che possono metterti in crisi.

Se ti rendi conto che un mercato è abbastanza pericoloso e non hai tantissimo budget, non rischiare perché potresti anche indebitarti. Purtroppo però in questo caso, se farai fatica a rientrare con i soldi da pagare, rischierai anche di essere buttato fuori dal broker e non poter più accedere. In questo caso potresti perdere tutto il capitale che hai depositato e andare incontro a sanzioni decisamente decisamente toste.

Inoltre saper controllare il proprio livello di esposizione è di fondamentale importanza per non abbandonare questa attività se è da poco che investi. Devi infatti sapere che ci sono tantissimi investitori che mollano subito proprio perché non sanno come approcciarsi ai mercati. Spesso si commette l’errore di investire senza una strategia solida anche di mindset, perdendo così tutti i soldi in un batter d’occhio. Questo sicuramente è un approccio sbagliatissimo che può farsi solamente allontanare dagli investimenti finanziari online. 

Come funziona esposizione nel trading

Dove investire sui mercati finanziari?

Adesso che hai capito di che cosa si tratta il termine esposizione del trading, probabilmente vorrai capire anche dove iniziare ad investire. Per iniziare ad operare sui mercati finanziari, ti suggerisco di usare tutte le piattaforme certificate e autorizzate dal proprio paese di residenza. Cerca sempre di evitare tutti quei portali che non sono regolamentati o di cui nessuno parla mai, perché nella maggior parte dei casi vogliono solamente truffarti, per evitare di compromettere il tuo livello di esposizione nel trading.

Io per esempio utilizzo sempre Coinbase e Binance: due piattaforme veramente valide per gli investimenti finanziari online. Su questi portali puoi anche verificare l’andamento dei prezzi in tempo reale, così da sviluppare una strategia solida e studiata. Inoltre il bello di queste piattaforme è che non prevedono un deposito minimo, che in alcuni casi può essere veramente elevato.

Sicuramente se non hai tantissimo capitale a disposizione, probabilmente non potrei neanche permetterti di depositare anche solo 300€ per iniziare. Un altro aspetto positivo di queste piattaforme è che mettono a disposizione delle sezioni dedicate allo studio. Se vuoi prima formarti, grazie a entrambe le piattaforme potrai studiare dai corsi formativi messi a disposizione dai broker.

Articolo precedenteEquity cos’è e a cosa serve?
Articolo successivoFalchi nel trading: come funzionano
Nicola Dente
Sono un appassionato di trading online e di criptovalute da molti anni. Ho ottenuto splendidi risultati dai miei investimenti, investo regolarmente su azioni e criptovalute. Mi occupo anche di copywriting e posso considerarmi anche Seo specialist dal 2015. Quest'anno data la mia pluriennale esperienza ho deciso di fondare il blog d'informazione Bitcoininvestimenti, per condividere le mie conoscenze coi lettori, realizzare guide, scrivere news sempre aggiornate principalmente sul tema delle criptovalute. Resta sempre esplicito che chi volesse tentare un investimento in questi settori lo fa a suo rischio e pericolo ed è sempre consigliato farsi seguire da un consulente di fiducia.